Corso Istruttore Pizzaioli

Corso Istruttore Pizzaioli

Il Corso Istruttore dell’ Associazione Italiana Pizzaioli sono dedicati ai professionisti della pizza che intendono approfondire le tecniche di lavorazione di particolari tipi di Farine per produzione, stesura, farcitura, cottura.

Lievito Madre, Pasta Madre

Produzione, conservazione e consumo

Apparentemente è semplice la preparazione di un nuovo lievito madre: basta impastare acqua con farina. Ottenere un buon lievito madre però è altra cosa. La lievitazione può procedere alternando velocità e spunti olfattivi molto diversi. Il rischio di compromettere il lavoro di mesi è molto concreto per chi approccia per la prima volta la materia. Più facile è sicuramente lavorare un lievito recuperato da un collega, ma che gusto c’è? L’utilizzo del lievito madre varia in quantità e qualità a seconda del prodotto desiderato. Il corso spiega anche come meglio variare proporzioni e preparazioni per ottenere la resa migliore. Non utilizzeremo tutto il nostro lievito, perciò dobbiamo però sapere come conservarlo, con che frequenza e modalità rinfrescarlo, individuando e correggendo eventuali difetti per evitare danni al nostro prodotto finale.

Pizza in Pala

La Pizza in Pala è conosciuta anche come Spianata, Stirata o Pizza alla Romana, in quanto tipica dei panifici di Roma. Si tratta di un impasto molto idratato, semplice in termini di preparazione ma con una serie di possibili varianti nella fase realizzativa che ne condizionano la qualità, l’estetica e personalità del prodotto finale. Dalla continua sperimentazione abbiamo ottenuto un nuovo metodo di produzione per l’impasto da pala. Abbiamo aggiornato il nostro corso proponendo un’alternativa al metodo classico della preparazione della Pizza in Pala che ti permetterà di produrre un prodotto eccezionalmente alveolato e con una forte personalità in termini di sapore. Utilizzeremo varie tipologie di farine, in particolare farine macinate a pietra, mix di cereali, integrali per farti scoprire come potrai personalizzare il tuo prodotto ed arriveremo alla produzione del prodotto finale senza l’utilizzo del “freddo”.

Pizza in Teglia

La Pizza in Teglia ha un segreto che è quello che permette di ottenere un buon sviluppo in altezza mantenendo, però, la leggerezza. La perfetta combinazione di questi aspetti differenzia il prodotto finale. Da non confondersi con la pizza in teglia romana!

Pizza Napoletana

Il corso di Pizza Napoletana guida l’allievo alla scelta delle farine idonee, al metodo di impastamento, di stesura, di infornamento e di cottura ottimali per ottenere la classica pizza dal bel cornicione tipica di Napoli. Approfondiamo inoltre il tema della Napoletana Stg, ottenuta nell’assoluto rispetto del disciplinare certificato presso la Comunità Europea, come prodotto Specialità Tradizionale Garantita.

Pane

Il forno è il cuore della pizzeria e  può battere ben oltre le 4 ore del servizio. Impariamo allora a produrre anche il pane che può essere utilizzato per fornire una croccante compagnia in attesa dei piatti oppure per servire saporiti antipasti. Durante il corso verranno spiegate le tecniche per ottenere un pane leggero e gustoso utilizzando gli impasti per pizza.

Gluten Free

Come organizzare il piano di lavoro e quali procedure adottare per servire il cliente celiaco in tutta sicurezza ottenendo un impasto con un’ottima resa e fragrante come quella della pizza tradizionale. Verranno proposti diversi mix di farine senza glutine e di soluzioni tecniche per ottenere un impasto uniforme e facile da lavorare.

Il corso Istruttore si svolge nell’arco di una settimana, nella sede Nazionale di Busto Arsizio Cap. 21052 (VA) Via F. Confalonieri, 4 Tel 3287125407

Per Informazioni Contattaci Quì

Associazione italiana pizzaioli

Associazione italiana pizzaioli ha scritto 6 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>